Aramco aumenta i prezzi del petrolio per gli acquirenti asiatici

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Aramco ha aumentato i prezzi dei suoi gradi di greggio più popolari in vendita in Asia, in una crescente preoccupazione per le forniture da Venezuela e Iran. Bloomberg rapporti il grado di punta, la luce araba, venderà per $ 0.20 in più, a $ 2,10 dollari al barile in più rispetto al benchmark di Dubai, che ha scambiato sopra $ 74 un barile all’inizio di questa settimana.

Questo è il terzo aumento di prezzo per Arab Light consecutivo, e ha portato i prezzi ai massimi da luglio 2014. Tuttavia, è inferiore all’aumento previsto di sei analisti sondati da Bloomberg, pari a $ 0,34.

I prezzi degli altri gradi sauditi, inclusi Luce extra, media e pesante , venderà anche ai massimi pluriennali, i dati di Bloomberg hanno rivelato, con la vendita di qualità pesante ai prezzi più alti dal 2012.

Il segnale che l’Arabia Saudita sta inviando con l’aumento dei prezzi è abbastanza chiaro: la domanda per il suo greggio dovrebbe aumentare mentre l’offerta concorrente dal Venezuela si riduce nella peggiore crisi che il paese ha visto nella sua storia e il mercato anticipa un crollo delle esportazioni iraniane dopo il restituzione delle sanzioni statunitensi.

Relativo: Elon Musk sopravvive al colpo di stato

Ma non tutti sembrano disposti a continuare a comprare il greggio saudita a prezzi più alti, almeno non quando c’è un’offerta alternativa. Il mese scorso, Sinopec annunciato taglierà le sue importazioni di giugno di greggio dall’Arabia Saudita del 40% per il secondo mese consecutivo a causa di prezzi elevati ingiustificati. Un funzionario del braccio commerciale internazionale di Sinopec, Unipec, ha detto a Reuters al momento che il voto è ora notevolmente sopravvalutato rispetto agli altri grezzi mediorientali.

Ad aprile, un altro ufficiale di Unipec detto Reuters, “Le nostre raffinerie pensano che si tratti di prezzi irragionevoli in quanto non seguono la metodologia dei prezzi.” Oltre a Sinopec, una fonte di altre due raffinerie nell’Asia settentrionale ha dichiarato che taglieranno le loro importazioni dall’Arabia Saudita del 10% in quanto gli acquirenti di petrolio hanno un difficile capire come il Regno stia calcolando il prezzo per il suo voto più popolare.

Lascia un commento