Boom del Permiano Jeopardized By Pipeline Troubles

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

La Permania, come qualcuno ha chiamato l’industria petrolifera e la corsa al private equity nel West Texas e nel New Mexico, ha iniziato a mettere a dura prova tutti gli investitori che l’hanno vista come la prossima grande cosa. Con il boom della produzione, la capacità del gasdotto è diventata tesa ei produttori sono costretti a vendere il loro greggio con uno sconto doloroso rispetto ai benchmark. Stanno anche perdendo miliardi nella capitalizzazione di mercato.

Una storia recente di Bloomberg stimato che nelle ultime due settimane otto dei maggiori produttori di petrolio con una presenza nel Permiano hanno perso un collettivo di 15,6 miliardi di dollari in valore di mercato, o più di 1 miliardo di dollari al giorno, con alcune azioni che hanno registrato un calo a due cifre.

È una svolta impressionante dei tavoli. Solo un anno fa, chiunque avesse una superficie nel Permiano era una calamita per gli investitori. L’indagine geologica degli Stati Uniti ha aggiornato le stime di riserva per il bacino, soprattutto grazie a un’importante revisione al rialzo dell’area di Wolfcamp. I produttori si sono vantati di essere in grado di produrre greggio a livelli di produzione ridicolmente bassi. E lo hanno prodotto, a un ritmo sempre più rapido, che alla fine ha intasato i tubi.

L’attuale capacità del gasdotto nel Permiano è 3,1 milioni di barili quotidiano. La capacità ferroviaria, secondo S & P Platts, è di circa 315.000 barili al giorno. Tuttavia, la ferrovia è principalmente utilizzata per fornire sabbia per i pozzi sempre affamati. La produzione, come stimato dall’amministrazione di informazioni di energia, dovrebbe raggiungere questo mese 3.277 milioni di bpd . E continuerà a salire. Non c’è da meravigliarsi se gli investitori sono preoccupati.

Alcuni sono così preoccupati, infatti, che stanno lasciando cadere le loro partecipazioni in giocatori di Permiano, anche grandi nomi come Concho Resources e Pioneer Resources. Si stanno trasferendo a produttori con portafogli di asset più diversificati, riferisce Bloomberg, citando analisti. Pure-play Permian non è più un marchio di successo garantito.

C’è, naturalmente, una soluzione a questo problema, che ha visto il commercio di greggio delle Midland con uno sconto di 19 $ USA al barile internazionale. La soluzione è più capacità di conduttura, e anche se è stata lenta in arrivo, sta arrivando.

Correlati: Oil Kingdom In Crisis: la famiglia reale saudita Rift diventa violenta

All’inizio del suo anno, Enterprise Products Partners ha completato un gasdotto di 416 miglia con una capacità di 575.000 barili al giorno da Midland alla costa del Texas. All American Pipeline intende lanciare il suo oleodotto Cactus II, con una capacità di 585.000 bpd , nel terzo trimestre del 2019. La società in febbraio ha annunciato che la sua stagione di apertura del progetto era terminata con impegni a lungo termine di 525.000 barili al giorno.

C’è di più: una JV tra Phillips 66 e Andeavour potrebbe fare la sua Conduttura della quercia grigia spedisce fino a 1 milione di barili al giorno di greggio se riceve sufficienti impegni dai produttori. Per ora, i piani sono per una capacità di 700.000 bpd, in base al risultato di una seconda stagione aperta, ancora da annunciare. Qualunque sia la capacità, la pipeline dovrebbe essere operativa entro la fine del prossimo anno.

Il gasdotto EPIC, in grado di spedire 590.000 barili al giorno, dovrebbe essere operativo entro la fine del 2019. Due grandi player Permian – Apache Corp. e Noble Energy – hanno già impegnato i flussi futuri con il 30 percento del gasdotto.

Quindi, questo è 2,45 milioni di barili al giorno nella nuova capacità del gasdotto che arriverà entro la fine del 2019. Questo non è male per i produttori: significa che non dovranno soffrire di più. E poi c’è di più, quindi entro la metà del 2020, ci saranno ben 3,1 milioni di bpd di nuove capacità di condotte nella stella della patch dello shale. L’unico problema potenziale con tutto questo sarebbe se per qualche ragione i prezzi del petrolio scendessero in profondità, lasciando questa capacità bloccata. Per ora, non c’è alcun segno che questo possa accadere, quindi sono tutte buone notizie per i trapani Permiano.

Lascia un commento