Difesa di Trump a Londra

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Bene, qualcuno doveva …

LONDRA è stato in fermento. Fiamme. Raddoppiato in una risata. Strillando in oltraggio, scrive Bill Bonner nel suo Diario di un economista canaglia .
Il presidente degli Stati Uniti è arrivato. Lui vide. È diventato matto.
Almeno, è così che dice la stampa inglese. “Trump lascia il caos dietro di sé …” ha detto un rapporto.
E il Sunday Times riferì che sia il principe Carlo che il principe William si erano rifiutati di incontrare il presidente americano, lasciando la regina Elisabetta a incontrarlo da solo.
Ma prima diamo un piccolo consiglio ai lettori.
Non venire a Londra a luglio o ad agosto. Il posto è troppo affollato di turisti e immigrati. L’area intorno a Piccadilly sembra essere andata giù nel mercato; è rumoroso e trash. E potresti incontrare Donald Trump.
Abbiamo vissuto a Londra diverse volte. Ma non ricordiamo che sia mai stato così spiacevole. O costoso.
Abbiamo cenato con un’altra coppia in quello che sembrava essere un ristorante a prezzo moderato in Mayfair. La scheda finale: oltre $ 900 (anche se gran parte di quello era per due bottiglie di Barolo … ahem).
Sappiamo che molti cari lettori sono i fan di Donald Trump. E molti sospettano che il tuo corrispondente sia un po ‘isolato dal cuore … indifferente alle stelle e alle strisce … e forse anche un traditore della causa di Trump …
Ma quando è arrivato il test, eravamo pronti. Abbiamo difeso il Donald.
Qui a Londra, ha insultato il primo ministro Theresa May. Ha suggerito che il suo rivale, Boris Johnson, “sarebbe diventato un buon primo ministro” al suo posto.
Per quanto riguarda Mr.Johnson – l’ex sindaco di Londra, Old Etonian e storico popolare – ha avuto molti pensieri per conto suo. Ha detto dell’ex candidato Trump a dicembre 2015:

“Penso che Donald Trump sia chiaramente fuori di testa … L’unica ragione per cui non visito alcune parti di New York [la sua città natale] è il vero rischio di incontrare Donald Trump”.

Poi … Il Donald era in ritardo per un incontro con la Regina, facendola aspettare goffamente.
E quando i due partirono per una passeggiata cerimoniale tra le file di guardie, il signor Trump camminò davanti, lasciando la povera Regina alle spalle. I social media sono esplosi, clucking e harrumphing.
“Non potevo crederci”, ha detto uno dei nostri ospiti, una donna senza opinioni politiche precedentemente espresse. “Era così poco cavalleresco, regina o no, è una donna di 92 anni. Avrebbe dovuto avere un po ‘più di grazia.”
“L’uomo non è un gentiluomo”, proseguì.
Le nostre ghiandole patriottiche trasudavano. Ci siamo precipitati in sua difesa …
“Certo che non è un gentiluomo, è il nostro presidente.”
La grazia non è ciò per cui Mr. Trump è conosciuto. Ma la grazia non è ciò che gli elettori volevano da lui. Volevano qualcuno che avrebbe combattuto per loro, per un cambiamento.
Un modo in cui The Donald sostiene di combattere per gli americani dimenticati è attraverso la sua guerra commerciale contro le pratiche “ingiuste” dei cinesi.
Diamo un’occhiata alla guerra commerciale. Chi sta vincendo?
Un paio di importanti gabbers: Jim Cramer, Mad Money della TV, e Mohamed El-Erian, consigliere economico principale di Allianz, sostengono che gli Stati Uniti sono in vantaggio.
Cramer dice che la Cina ha già “battuto le palpebre” non contrattaccando immediatamente le ultime tasse commerciali di Trump da 200 miliardi di dollari.
Ma Stephen Roach della Yale University, e precedentemente Morgan Stanley, non è d’accordo. CNBC:
“Le guerre commerciali non sono facili da vincere, sono facili da perdere e gli Stati Uniti sono sulla buona strada per perdere questa guerra commerciale”, Roach, un anziano della Yale University ed ex presidente di Morgan Stanley Asia, ha dichiarato giovedì alla CNBC Squawk Box .
“Gli Stati Uniti dipendono enormemente dalla Cina come fonte di beni a basso costo per far quadrare i conti per i consumatori americani. Siamo estremamente dipendenti dalla Cina per acquistare i nostri Treasury per finanziare i nostri deficit di bilancio, che come sapete, stanno diventando più grandi, “Ha spiegato Roach.
Chi ha ragione? Cramer o Roach?
Probabilmente nessuno dei due. Gli accordi commerciali sono vantaggiosi per entrambe le parti. Un lato ha qualcosa da vendere. L’altro vuole comprare. Ferma l’accordo e perdono entrambe le parti.
Chi soffre di più? Potresti anche chiedere a chi giova di più quando un bambino non riesce a trovare qualcuno con cui giocare … o quando uno scrittore non riesce a trovare la sua musa.
Non ci sono vincitori, solo perdenti.
La tariffa media ponderata per il commercio della Cina è appena del 3,5%. Questo è giù dal 32% nel 1992.
In altre parole, le barriere commerciali della Cina sono diminuite di quasi il 90% negli ultimi 26 anni; oggi non rappresentano una vera minaccia per la felicità della razza umana.
D’altra parte, una guerra commerciale potrebbe avere conseguenze nefaste – o persino catastrofiche.
I diritti commerciali di Donald ammonteranno a un’imposta aggiuntiva sui consumatori statunitensi di quasi $ 100 miliardi. Ma questo è solo un pezzo di esso.
Le contromisure della Cina costeranno anche ai produttori statunitensi, in particolare gli agricoltori di soia, che ogni anno esportano in Cina circa $ 13 miliardi di semi di soia.
Per The New York Times:

“La scorsa settimana Pechino ha imposto una tariffa del 25% sui semi di soia americani come rappresaglia per i prelievi dell’amministrazione Trump sui beni prodotti in Cina L’anno scorso i coltivatori di soia negli Stati Uniti hanno venduto quasi un terzo del loro raccolto in Cina. gli aerei sono un’esportazione americana più significativa in Cina, la seconda più grande economia del mondo “.

El-Erian e Cramer pensano che la Cina perderà la guerra commerciale perché ha, relativamente, più da perdere.
Vende più negli Stati Uniti di quanto acquisti. Ma questo ignora completamente l’altro aspetto dell’accordo vincente.
Per ogni acquirente c’è un venditore e viceversa. Tagliati gli americani dalle importazioni cinesi e all’improvviso i “prezzi bassi giornalieri” di Walmart non sono così bassi.
I prezzi sono già aumentati negli Stati Uniti. I numeri di giugno hanno mostrato che i prezzi al consumo salivano di un tasso del 2,9% anno su anno, mentre i prezzi all’ingrosso erano aumentati del 3,4%.
In genere, i prezzi all’ingrosso portano i prezzi al consumo … quindi questo ci dà un’idea di dove siamo diretti.
Mettendo in prospettiva questo numero dell’indice dei prezzi al consumo, è superiore alla crescita del PIL attuale, al tasso dei fondi della Fed e alla crescita dei salari.
Tutto ciò è una cattiva notizia per l’uomo nel cuore. Ora, è un perdente … grazie, almeno in parte, alla guerra commerciale.
Ed è probabile che sia un perdente molto più grande se gli Stati Uniti fanno perdere la Cina in grande stile.
Come abbiamo sottolineato molte volte, gli Stati Uniti e la Cina sono simbiotici – entrambi giocano a un gioco di cockamamie, dove si compra con denaro che non ha e l’altro si vende a persone che non possono permettersi di pagare.
Dei due, l’economia cinese è probabilmente a maggior rischio di collasso.
Ma poiché è anche il più grande acquirente di materie prime al mondo, il rischio è condiviso da tutte le sue parti commerciali, compresi gli Stati Uniti
Se la Cina dovesse cadere in una depressione, in altre parole, gli Stati Uniti potrebbero non essere molto indietro.
Win-lose va bene per la Coppa del Mondo, la politica e l’UFC … ma non per il commercio mondiale.

Lascia un commento