I future sull’olio asiatico puntano a prezzi del greggio più elevati

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

I mercati del petrolio greggio e del gas naturale liquefatto (LNG) in Asia sono attualmente inondati di carburante. Eppure, i prezzi dei futures hanno indicato diverse situazioni di mercato nel petrolio e nel GNL come approcci invernali.

Prima della scorsa settimana, i mercati del petrolio greggio e del GNL strettamente collegati erano in Asia situazioni opposte , nonostante l’offerta stia attualmente superando la domanda di entrambe le materie prime. Le curve dei prezzi dei futures del petrolio e del GNL si sono recentemente invertite, con prezzi del petrolio che puntano a prezzi più alti in futuro, mentre la curva dei prezzi del GNL indicava prezzi più bassi in futuro rispetto a quelli per la consegna immediata.

Solo due mesi fa, in ottobre, i prezzi spot del petrolio hanno toccato i massimi di quattro anni, tra le preoccupazioni per il fatto che la maggior parte dell’offerta petrolifera iraniana sarebbe scomparsa una volta che le sanzioni statunitensi fossero tornate. Allora, il Brent grezzo la curva dei futures era in forte backwardation, la situazione di mercato in cui i prezzi del primo mese sono scambiati a un premio rispetto ai prezzi più lontani nel futuro, un segno di un mercato più stretto e sottosviluppato, e una situazione in cui lo stoccaggio di petrolio per la consegna successiva è non redditizie.

Lanciare il mercato del petrolio verso il backwardation e mantenerlo in questo modo è stato uno degli obiettivi chiave dichiarati ufficialmente dall’OPEC e dagli alleati nel loro accordo originale alla fine del 2016 per eliminare il problema della saturazione globale.

Nonostante i precedenti dubbi, i partner sono riusciti a spazzare via l’eccesso ea sostenere il prezzo del petrolio quest’anno. I prezzi del greggio si sono radunati alla fine dell’estate e all’inizio dell’autunno, mentre i timori si sono susseguiti a causa di una crisi di approvvigionamento con le sanzioni statunitensi sul petrolio iraniano. Ma dopo che gli Stati Uniti hanno concesso deroghe a otto principali acquirenti iraniani, compresi i maggiori clienti, Cina e India, i prezzi del petrolio sono crollati, trascinati dal riemergere dei timori di eccesso di offerta dovuti alla produzione record in Arabia Saudita e Russia, i leader dell’OPEC +. e alta produzione di tutti i tempi negli Stati Uniti. Il mercato è stato anche spaventato dai timori emergenti di rallentamento della crescita della domanda economica e petrolifera. Correlati: Le reali implicazioni delle nuove stime del Permiano

Diverse serie di svendite a novembre capovolto la curva dei futures sul petrolio greggio nell’opposto del backwardation, contango – una struttura di mercato in cui i prezzi del primo mese sono inferiori ai prezzi nei mesi futuri – che indicano un eccesso di offerta di greggio e che rendono redditizio lo stoccaggio di petrolio per future vendite.

In LNG in Asia, la curva della curva dei prezzi all’inizio della scorsa settimana è stata esattamente l’opposto della curva dei futures petroliferi, nonostante l’apparente eccesso di offerta del gas refrigerato – e questo ha sconcertato i trader.

A ottobre, la curva dei futures del GNL era in contango, un segno di un mercato in eccesso.

Nelle ultime settimane, il clima è stato più caldo del solito in molte parti dell’Asia, e la Cina aveva già acquistato la maggior parte dei suoi requisiti di GNL invernale all’inizio di quest’anno, dopo la fretta e la scarsità di gas nell’inverno più freddo dello scorso anno. Di conseguenza, la domanda e i prezzi del GNL in Asia sono diminuiti nelle ultime settimane. Alcuni commercianti – non riuscendo a trovare abbastanza acquirenti per i loro carichi di GNL – avevano iniziato a far galleggiare navi del GNL che si trovavano allo stoccaggio al largo delle coste di Singapore, Malesia e nel sud della Cina. Quando i trader iniziarono a fare ciò, la curva dei futures del GNL era ancora in contango, il che significava che i prezzi per le consegne successive erano superiori a quelli per la spedizione immediata. Ma anche con la struttura del contango, immagazzinare il GNL tende ad essere un’impresa molto più difficile che immagazzinare petrolio in mare. I tassi di noleggio sono alti – fino a 160.000 dollari USA al giorno – e mantenere il combustibile super-raffreddato per lunghi cavi fino all’evaporazione del gas, diminuendo il valore del carico del GNL.

Immergendo i prezzi spot del GNL in Asia e il capovolgimento della curva del mercato dal contango al backwardation aiutato a cancellare alcuni dei carichi di GNL al largo delle coste asiatiche che vi siedono da ottobre.

“Quando i trader iniziarono a far fluttuare i carichi, il mercato era in un contango di circa $ 1, ma ora è passato al backwardation, quindi c’è più urgenza di vendere i carichi”, ha detto un trader di Singapore Reuters all’inizio della scorsa settimana.

Alla fine della scorsa settimana, tuttavia, i futures sul GNL per febbraio rispetto a gennaio sono tornati al contango, con prezzi per febbraio superiori a quelli di gennaio. I prezzi spot del GNL per la consegna di gennaio sono crollati al loro minimo da maggio quest’anno, e sono stati inferiori ai prezzi dell’anno scorso per la prima volta nel 2018, a causa del rilascio di alcuni carichi di GNL stoccati e di una domanda inferiore al solito per i mesi invernali, a causa del clima più mite e perché i compratori asiatici si erano precipitati per assicurarsi Forniture di GNL già a settembre e ottobre.

Lascia un commento