I sauditi aumentano la produzione di petrolio a giugno, vicino al massimo storico

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

L’Arabia Saudita ha aumentato la sua produzione di petrolio questo mese da 700.000 bpd a 1070 milioni di bpd, molto vicino alla sua più alta produzione di 10,72 milioni di barili da novembre 2016, un sondaggio Reuters ha mostrato Venerdì in chiaro segno che il più grande produttore dell’OPEC sta recuperando le scorte di forniture altrove all’interno del cartello.

Il record di produzione precedente dell’Arabia Saudita di 10,72 milioni di barili è stato fissato a novembre 2016, poco prima che l’originale accordo dell’OPEC e degli alleati per ridurre la produzione entrasse in vigore nel gennaio 2017.

Secondo Fonti secondarie dell’OPEC , L’Arabia Saudita ha pompato 9.987 milioni di barili il mese scorso, in crescita di 85.500 bpd da aprile, ma ancora al di sotto Quota 10.058 milioni di bpd .

“Il numero in Arabia Saudita di giugno sarà molto, molto alto”, una fonte industriale che racconta la produzione petrolifera dell’Arabia Saudita Reuters di venerdì. “Sorprendentemente alto.”

Anche se la produzione saudita aumenta tipicamente durante l’estate a causa della maggiore domanda di greggio per le centrali elettriche, il leader dell’OPEC ha incrementato le esportazioni questo mese, secondo il sondaggio Reuters. Le esportazioni di petrolio greggio dell’Arabia Saudita sono aumentate a circa 8 milioni di barili al giorno, secondo una fonte del settore Reuters. Questo volume di esportazioni è pari a 7,3 milioni di bpd per aprile, l’ultimo mese per il quale sono disponibili dati ufficiali.

A luglio, i sauditi prevedono di pompare circa 11 milioni di barili di greggio, una fonte industriale familiare ai piani di produzione del Regno ha detto a Reuters all’inizio di questa settimana.

Correlati: Oil Rallies Towards $ 80

Mentre l’Arabia Saudita e la Russia sono riuscite a convincere l’OPEC e gli alleati ad accettare una vaga affermazione che avrebbero allentato la conformità al 100 per cento da una violazione del 100 per cento, gli archivistici all’interno dell’OPEC-Sauditi e dell’Iran sono stati in disputa sul significato di tale affermazione. L’Arabia Saudita dice che implica una ridistribuzione indiretta delle quote di produzione, mentre l’Iran ha insistito sul fatto che l’ultimo accordo non impone a nessun produttore di superare la propria quota.

Ministro dell’energia saudita Khalid al-Falih disse il sabato che “alcuni dei paesi … non saranno in grado di produrre, così gli altri lo faranno. E questo implica che ci sarà indirettamente una riallocazione “.

Ma il governatore dell’Opec iraniano Hossein Kazempour Ardebili è fortemente in disaccordo e ha detto Reuters che “Nell’ultimo incontro dell’OPEC, la nostra risoluzione non consente a nessun membro di produrre più della sua quota, ma di provare a raggiungere il 100% di conformità.”

“Il Dipartimento di Stato dice che è breve e l’Arabia Saudita dice che produrrà 11 milioni di bpd a luglio. Mi dispiace dire che entrambi stanno ridicolizzando la nostra organizzazione “, ha detto a Reuters Kazempour.

Lascia un commento