Il greggio canadese si scontra con la decisione di allocazione del gasdotto Enbridge

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Il greggio canadese è salito di $ 12,20 al barile dopo che Enbridge, il più grande operatore del gasdotto di esportazione del petrolio, ha detto che non farà i produttori di petrolio rispettare i limiti di assegnazione grezzi per un gasdotto chiave che trasporta greggio pesante canadese alle raffinerie degli Stati Uniti.

Il mese scorso la società aveva detto ai produttori di petrolio che a partire da luglio avrebbero avuto il diritto di assegnare una media mobile di 12 mesi più un ulteriore 15% per il greggio pesante e il 40% per il light crude, ma per volumi superiori a quello dovrebbe presentare la prova fisica che hanno i volumi, Bloomberg rapporti .

Tuttavia, dopo aver discusso con i produttori, Enbridge ha deciso di abbandonare la nuova regola e lasciare ai produttori la possibilità di riservare il maggior numero di condutture sulla linea principale che desiderano.

“Il sistema di mainline di Enbridge continua ad essere sovraesplicato, ci siamo impegnati con i nostri clienti per migliorare il processo di nomina e continueremo a lavorare direttamente con loro su questo tema”, ha detto la società in una nota.

L’aumento dei prezzi in seguito alla decisione di Enbridge è il più alto di sempre e arriva proprio nel momento giusto, visto che il greggio canadese commercia con uno sconto di oltre 35 dollari al barile per il West Texas Intermediate.

Correlati: Le tensioni geopolitiche salgono quando inizia lo scambio di petrolio tra Iran e Iraq

Il motivo principale dello sconto è rappresentato dai colli di bottiglia della capacità del gasdotto, dato che i produttori di Alberta continuano ad aumentare la produzione dalle sabbie bituminose, senza la costruzione di nuovi oleodotti. Le ragioni di questo intervallo dalle preoccupazioni ambientali alla non redditività economica come la maggior parte delle previsioni vedono plateau di produzione di greggio canadese e cominciando a declinare in un futuro non troppo lontano, lasciando la nuova capacità di conduttura arenata.

Il Canada ha prodotto un record 5,2 milioni di barili di greggio giornaliero a marzo, secondo le stime dell’International Energy Agency del mese scorso, ma è probabile che sia diminuito sostanzialmente nei due mesi successivi a causa della manutenzione e del forte sconto per WTI.

Lascia un commento