Il leggendario commerciante di petrolio è rialzista sui prezzi del petrolio

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Il leggendario commerciante di petrolio Andy Hall, soprannominato “Dio” del petrolio per prevedere in modo redditizio una corsa al rialzo dei prezzi del petrolio in passato, ha detto giovedì alla Bloomberg TV che i prezzi del petrolio salire dai livelli attuali , poiché potrebbero aver toccato il fondo dopo essere crollati del 30% in soli due mesi.

“Penso che con i prezzi che oscillano intorno o poco più di $ 50 al barile, penso che dovresti avere una prospettiva piuttosto negativa sull’economia globale per credere che i prezzi continueranno la loro traiettoria discendente”, ha detto Hall a Bloomberg TV in un’intervista, sottolineando che non vedrà presto una recessione globale.

Inoltre, un crollo dei prezzi del petrolio, come quello che abbiamo visto negli ultimi due mesi, rallenta tipicamente la crescita dell’offerta, mentre aumenta la domanda, se non c’è un rallentamento economico globale.

I prezzi più bassi incideranno indubbiamente sulla crescita della produzione negli Stati Uniti, ha detto Hall, ma ha aggiunto che l’aumento della produzione petrolifera americana al di sopra delle aspettative è stata la sorpresa più grande quest’anno.

Nelle settimane precedenti all’incontro OPEC + a Vienna, Hall era uno degli analisti che si aspettava un Rimbalzo dei prezzi dell’OPEC assistito .

“L’equilibrio del rischio a questo punto favorisce una sorta di recupero”, ha detto Hall in un’intervista a Bloomberg a novembre, due settimane prima che l’OPEC ei suoi partner non-OPEC guidati dalla Russia decidessero di tagliare un totale di 1,2 milioni di barili di petrolio per sei mesi a partire da gennaio, con un’opzione per rivedere l’accordo in aprile.

Prima del nuovo accordo OPEC +, il dollaro USA più forte rispetto alle valute dei mercati emergenti e le preoccupazioni per la guerra commerciale USA-Cina stavano pesando sulla domanda, mentre le scorte stavano aumentando, secondo Hall.

Hall, il commerciante di petrolio che aveva scommesso su prezzi del petrolio più alti per più di un decennio, ha continuato a mantenere la sua visione rialzista anche dopo il crollo del prezzo del petrolio del 2014. Ma nell’estate del 2017, lui ha chiuso il suo fondo principale Astenbeck dopo che il fondo ha registrato perdite a due cifre.

“In breve, Opec, il mercato e i tori del petrolio hanno finito la sfilata”, ha detto Hall in una lettera agli investitori vista dal Financial Times a luglio 2017.

Lascia un commento