La PDVSA del Venezuela non riesce a soddisfare gli obblighi di rifornimento di petrolio

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

La compagnia petrolifera statale venezuelana PDVSA ha raccontato otto clienti stranieri non sarà in grado di fornire i volumi contrattati di petrolio greggio, ha detto a S & P Platts un impiegato della società.

“Tra i clienti interessati dalla scarsa disponibilità di greggio da esportare troviamo Nynas, Tipco, Chevron, CNPC, Reliance, Conoco, Valero e Lukoil, che riceveranno parzialmente i volumi stabiliti dai contratti”, ha affermato la persona.

L’importo che la società non sarà in grado di fornire è vicino alla metà del volume totale impegnato di questo grado, Merey 16, per giugno. Ha solo 578.000 bpd del grado disponibile, mentre il volume totale contratto è di 1.271 milioni di barili al giorno. Gli impegni grezzi totali di PDVSA per il mese si attestano a 1,449 milioni di barili al giorno, ma sono disponibili solo 694.000 bpd.

Afflitto da cattiva gestione, corruzione e, ultimamente, da una mancanza di denaro da investimento sotto il doppio peso delle sanzioni statunitensi e dal calo dei prezzi del petrolio, la PDVSA ha visto la sua produzione precipitare negli ultimi due anni. S & P Platts stima che questo tuffo abbia spazzato via fino a 900.000 bpd dalla produzione giornaliera dell’azienda, con l’ultima media giornaliera di 1,41 milioni di bpd ad aprile.

All’inizio di questo mese, un dirigente della più grande compagnia petrolifera indiana, ONGC, ha affermato che la PDVSA deve questo 444 milioni USD in pagamenti dovuti nell’ambito di un progetto congiunto tra la società statale e la divisione estera di ONGC, OVL. Correlato: gli Stati Uniti chiedono all’OPEC di aumentare la produzione di petrolio di 1 milione di Bpd

“Ci hanno pagato tre rate e non hanno pagato soldi per più di sei mesi”, ha detto l’amministratore delegato di OVL Narendra Verma in una conferenza stampa. Secondo OVL, la PDVSA del Venezuela non ha pagato dividendi dal progetto alla ditta indiana tra il 2009 e il 2013 , mentre nessun dividendo è stato dichiarato dopo.

Nel frattempo, il crollo del Venezuela avrebbe offerto l’India a Sconto del 30% sugli acquisti di petrolio greggio, ma solo se l’India si impegna a pagare in El Petro. India non pianifica per usare la criptovaluta venezuelana “petro” per pagare le importazioni di greggio dalla nazione latinoamericana, il ministro degli esteri indiano Sushma Swaraj ha detto all’inizio di questa settimana.

Lascia un commento