La pipeline Enbridge Line 3 si fa avanti dopo una battaglia combattuta

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

La Commissione delle utenze pubbliche del Minnesota ha approvato la proposta di sostituzione del gasdotto Line 3 di Enbridge, nonostante l’opposizione ambientalista. La decisione dovrebbe fornire un certo sollievo ai produttori petroliferi canadesi poiché il nuovo gasdotto consentirà loro di inviare più greggio alle raffinerie degli Stati Uniti.

Il Pipeline da 1.031 miglia è stato costruito circa sei decenni fa e corre da Edmonton, Alberta, a Superior, Wisconsin, dove Enbridge gestisce un terminal petrolifero. A causa della sua età, il gasdotto si sta corrodendo e rompendo, il che rende più rischioso il trasporto di petrolio, un fatto che ha costretto Enbridge a ridurre il flusso di petrolio di circa la metà della capacità della conduttura di 760.000 barili al giorno.

Ci si potrebbe chiedere perché sostituire un oleodotto corroso con un nuovo – quindi più sicuro – porterebbe a diventare l’oggetto di un’opposizione così forte, ma sembra che in questi giorni la stessa parola “pipeline” sia pericolosa per certi gruppi di persone.

Il comitato decisionale della Commissione Minnesota Utilities, tuttavia, non è tra questi. Ha approvato la valutazione ambientale per il progetto presentato da Enbridge all’inizio di quest’anno e ora ha approvato la rotta finale del gasdotto.

Correlati: I sauditi non impediranno il prossimo shock petrolifero

L’autorità ha anche rilasciato un certificato di necessità all’impresa, che ha la condizione che Enbridge garantisca che pagherà il conto per eventuali danni ambientali dall’infrastruttura e rimuoverà le parti del gasdotto che non sono più in uso, su richiesta dei proprietari terrieri. La nuova pipeline non seguirà la rotta della Linea 3 originale.

Gli avversari del progetto non hanno preso la notizia con calma. Infatti, un gruppo di loro interruppe la riunione del PUC e ne seguirono minacce di ripetizione della saga di Dakota Access.

“Quello che hanno fatto a noi oggi è egregio”, ha detto il capo di un gruppo attivista chiamato Honor the Earth. “Hanno ottenuto il loro Standing Rock. Faremo tutto il necessario per fermare questo oleodotto “, ha detto Winona LaDuke.

La decisione della PUC può essere impugnata e, con ogni probabilità, lo sarà. Eppure i sostenitori del progetto da 7,5 miliardi di dollari, compresi gruppi di lavoro e di lavoro, hanno applaudito la decisione, dato che nel Minnesota saranno spesi 2,6 miliardi di dollari del totale.

Lascia un commento