L’Iran sospende le esportazioni di gas in Iraq dopo il terremoto

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

L’Iran ha fermato le esportazioni di gas del martedì verso il vicino Iraq per diversi giorni, al fine di riparare i danni al gasdotto causati da un terremoto vicino al confine iracheno domenica notte, Reuters segnalati mercoledì, citando una dichiarazione del ministero dell’elettricità iracheno.

Le principali centrali elettriche irachene dipendono dall’approvvigionamento di gas naturale iraniano.

Domenica notte, un terremoto di magnitudo 6,3 nella provincia occidentale di Kermanshah, Iran, vicino al confine con l’Iraq ferito più di 700 persone.

Ora l’Iran sta cercando di riparare i danni al gasdotto in Iraq, e l’arresto delle esportazioni per alcuni giorni taglierebbe l’offerta alla rete elettrica dell’Iraq di 2.500 MW, secondo il ministero dell’elettricità iracheno. il ministero del petrolio iracheno fornirà le stazioni dipendenti gas iraniano con il carburante per tenerli a lavorare durante l’arresto di alimentazione iraniana, ma ci potrebbe essere black-out nelle province delle centrali interessate, Reuters ha citato il ministero dell’elettricità iracheno come dicendo.

L’Iraq sta cercando di ottenere l’approvazione degli Stati Uniti per continuare a importare il gas naturale iraniano per la sua fornitura di energia in cambio di cibo, Reuters segnalati all’inizio di questo mese, citando funzionari governativi iracheni.

Le sanzioni americane contro l’Iran hanno messo l’Iraq in una posizione ristretta, da un lato, il commercio di Baghdad è strettamente legato al suo vicino Iran, ma d’altro canto, gli Stati Uniti sono un alleato che aiuta la sicurezza.

Eppure, l’esenzione di 45 giorni che gli Stati Uniti avevano dato all’Iraq per fermare l’importazione di gas iraniano non sarebbe stata sufficiente per Baghdad a trovare forniture di gas alternative, due anni fa un alto funzionario del governo iracheno e un membro del comitato ministeriale per l’energia iracheno hanno detto a Reuters.

Iraq ha ricevuto un’esenzione dagli Stati Uniti continuare a importare gas naturale ed elettricità iraniani. Secondo i funzionari del governo iracheno che hanno parlato con Bloomberg all’inizio di novembre, l’Iraq aveva creato un conto in banca per pagare il gas e l’elettricità iraniani nei dinari iracheni.

Lascia un commento