L’oro detiene oltre $ 1.300 dopo che Trump ha disertato il vertice della Corea del Nord

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Getty Images

I prezzi dell’oro sono leggermente calati venerdì dopo aver superato i $ 1,300 l’oncia nella sessione precedente, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump chiamato fuori un incontro con il leader della Corea del Nord Kim Jong Un , sollevando tensioni politiche.
Spot gold era piatta a $ 1.304,23 l’oncia alle 8:20 pm e in pista per un guadagno settimanale dell’1,1 percento, la più grande da marzo. Futures sull’oro negli Stati Uniti per la consegna di giugno erano inferiori dello 0,07% a $ 1,303.60.
L’oro è tradizionalmente utilizzato come luogo sicuro per parcheggiare le risorse in periodi di incertezza, ma la decisione di Trump avrebbe un impatto limitato sui prezzi, ha affermato l’analista di Julius Baer, ​​Carsten Menke.

“Questo è abbastanza tipico per questo tipo di nervosismo geopolitico: reazione molto rapida a breve termine, quindi mancanza di follow-through, dato che sostanzialmente non ha alcuna implicazione per l’economia globale o per i mercati finanziari”, ha affermato. “Sulla base di questo schema e della stretta relazione dell’oro con il dollaro USA, questo rialzo del prezzo dovrebbe essere temporaneo e dovremmo tornare sotto i $ 1.300 l’oncia”.
L’oro tende a muoversi più in alto quando il dollaro USA si indebolisce perché questo rende la lingotti costosi in dollari meno costosi per gli acquirenti con altre valute. Ma dopo aver perso terreno giovedì, il dollaro si è rafforzato con il sostegno di una dichiarazione della Corea del Nord secondo cui era possibile risolvere i problemi con gli Stati Uniti.

Lascia un commento