Quali sono le materie prime

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Se desiderate fare trading su materie prime ma non avete ancora deciso su quali, sappiate che disponete di un'ampia gamma di scelta che va dai metalli preziosi come oro, argento, rame, zinco, alluminio, alle commodities alimentari come il grano, il caffè, lo zucchero. Non mancano altre materie prime come il cotone, il petrolio, il gas naturale e così via. Una volta che avrete ben chiaro quali sono le materie prime sulle quali potrete investire, non dovrete fare altro che avviare la piattaforma ed acquistare ciò che desiderate, visionando in tempo reale l'andamento delle materie prime acquistate. Iniziando con un conto demo, ovvero con soldi virtuali, potrai fare trading on lineper praticare, quindi senza rischiare.

 

Le materie prime nella Storia

Cominciamo col dire che il mercato delle materie prime è uno dei più antichi al mondo. Come primo rialzo, è passata alla storia dei mercati delle materie prime la famosa febbre dei tulipani. Ci fu un rialzo dei prezzi dei bulbi di tulipano verso gli anni 30 del 1600 che culminò in una rottura considerata uno dei primi crack borsistici.

 

Quali sono le materie prime su cui negoziare

Le materie prime su cui operare possono quindi essere prodotti ottenuti (petrolio, gas naturale) , prodotti di un fabbricante (es. memorie RAM) , riserve finalizzate ad altre produzioni (es. frumento per le imprese alimentari) o ottenute per altri fini (es. riso destinato alla vendita).

Le materie prime vengono chiamate nel gergo anche col termine inglese commodities. Per intendere quali sono le materie prime si può anche dire che queste includano tutti i beni assolutamente standardizzati, merci che è possibile produrre ovunque seguendo standard qualitativi equivalenti e commercializzati che non hanno bisogno dell’apporto di un valore aggiunta. Una materia prima o meglio, commodity, deve anche potersi conservare nel tempo e non perdere le caratteristiche originarie che la contraddistinguono. Tale standardizzazione ne permette la negoziazione sui mercati internazionali.

Solitamente le materie prime sono richieste sul mercato in quanto permettono la sopravvivenza come i fertilizzanti ed i prodotti agricoli, o permettono il funzionamento dell'economia come l'energia o le fonti energetiche, il legname ed i metalli in genere, acciai e microprocessori.

 

Quali sono le famiglie di materie prime nei mercati internazionali

Le principali materie prime negoziabili sui mercati internazionali sono i prodotti agricoli, i prodotti coloniali o tropicali, i metalli, i prodotti energetici e le carni. Questi prodotti vengono commerciati principalmente con contratti futures nei mercati NYMEX, CBOT, ICE, CME, LME, NYBOT. Non passa giorno che i quotidiani finanziari non dedichino diverse colonne a problematiche legate alle materie prime; anche il rame è stato oggetto di attenzioni particolari dato l’incremento vertiginoso del suo prezzo negli ultimi anni, tanto da guadagnarsi l’appellativo di “oro rosso”.

Una cash commodity o materia prima fisica, deve rispondere a tre condizioni base per essere scambiata con successo nel mercato dei future:

    • Deve essere standardizzata e, per le materie prime agricole e industriali, deve essere in uno stato originario, grezzo e non processato. Esistono contratti future sul grano, ma non sulla farina. Il grano è il grano, il frumento è il frumento (sebbene i diversi tipi di frumento o di grano abbiano diversi tipi di contratti future). Il mugnaio che ha bisogno di future sul grano per evitare di perdere denaro sulle sue transazioni di farina con i clienti, non ha bisogno di future sulla farina. Un dato ammontare di grano fornisce un dato ammontare di farina e il costo della conversione del grano in farina è abbastanza stabile, perciò prevedibile.

 

    • Le materie prime deperibili devono avere una durata di scaffale adeguata, poiché la consegna sui contratti future è differita.

 

  • Il prezzo delle cash commodity o materie prime fisiche, deve fluttuare abbastanza per creare incertezza, il che significa sia rischio che potenziale profitto.

Negozia nelle materie prime oggi stesso

Entrare sul mercato delle materie prime può sembrare difficile ma in realtà non è così. Oggi si può negoziare tramite i broker online, ovvero società di intermediazione che consentono di piazzare ordini di acquisto e di vendita. Noi conosciamo molto bene diversi broker online e di sicuro possiamo consigliarvene alcuni tra i più popolari e più semplici da utilizzare. Per iniziare da subito seguite questi semplici passaggi.

  1. Cliccate qui e successivamente su "WebTrader", il link sotto il pulsante (in tal modo eviterete di scaricare il software e potrete negoziare da qualsiasi dispositivo mobile.
  2. Scegliete tra conto demo e conto reale. Successivamente inserite la vostra e-mail.
  3. Una volta avviata la piattaforma, selezionate gli strumenti finanziari che vi interessano maggiormente e acquistateli.

Tutto qui. Semplice e veloce. Provate voi stessi. Tutti i broker da noi consigliati sono regolamentati da autorità europee competenti nel settore delle attività finanziarie.