Ritardi nel terminal petrolifero nigeriano aggiungono preoccupazioni

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

A seguito delle interruzioni dei flussi di petrolio sul gasdotto che alimenta il terminal di Forcados in Nigeria, la struttura si trova ad affrontare più di due settimane di ritardo dei carichi di petrolio e non è stato ancora rilasciato alcun piano ufficiale di caricamento a giugno o luglio, hanno riferito fonti commerciali Platts martedì.

Si dice che il flusso di petrolio greggio al terminale di Forcados abbia ripreso la scorsa settimana, ma i ritardi di caricamento hanno continuato ad accumularsi, ritardando anche il rilascio dei programmi di caricamento di giugno e luglio, secondo le fonti di Platts. È stato preparato un programma di riprogrammazione provvisorio per giugno, ma è improbabile che le date di carico riprogrammate vengano mantenute e che i ritardi potrebbero persino essere più lunghi del previsto, hanno riferito fonti commerciali a Platts.

Due settimane fa, il gasdotto Trans-Forcados che trasportava tra i 200.000 barili al giorno e 240.000 barili al petrolio del terminale di Forcados è stato chiuso per riparazioni di una piccola perdita, una fonte a conoscenza della questione Reuters . A quel tempo, le fonti commerciali dissero che i caricamenti erano in ritardo di almeno una settimana.

Due giorni dopo, la filiale nigeriana di Shell dichiarato forza maggiore sopra Bonny Light esportazioni a causa della chiusura del gasdotto Nembe Creek, che ha portato all’accumulo di molti grezzi invenduti.

I trasporti di Nembe Creek 150.000 bpd di Bonny Light al terminale di Forcados che Shell gestisce.

Dopo una chiusura di quasi una settimana, il gasdotto Trans-Forcados ripreso operazioni lo scorso mercoledì, e ha iniziato a far salire il flusso di greggio al terminale di Forcados.

Correlato: l’OPEC ha un problema di inflazione globale

L’operatore del terminal petrolifero di Forcados, Shell, ha detto a Reuters la scorsa settimana che le esportazioni di greggio non sono state influenzate dalla chiusura. Ma fonti del settore hanno detto che la chiusura temporanea aveva già influenzato i piani di carico del greggio e che i carichi di giugno di Forcados erano stati rinviati a luglio.

“I Forcados stanno subendo un po ‘di malumore in termini di reputazione”, ha detto oggi a Platts un mercante.

“Gli acquirenti più grandi troveranno sempre una casa per carichi anche con qualche incertezza sulle date di carico del carico. Ma il valore può essere influenzato dal fatto che gli acquirenti più marginali guardano altrove [minimizzare] il loro rischio “, ha osservato il trader.

Lascia un commento