Stati Uniti spera che l’Arabia Saudita, la Russia, possa compensare la perdita di forniture di petrolio in Iran

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Il Segretario per l’energia degli Stati Uniti, Rick Perry, ritiene che l’Arabia Saudita e la Russia lo saranno in grado di aumentare la produzione di petrolio stabilizzare il mercato del petrolio e compensare le perdite di fornitura di petrolio iraniana.

“Sono a mio agio che l’Arabia Saudita sarà in grado di aumentare la propria produzione a … 11 milioni di barili al giorno andando avanti, e che la Russia sarà in grado di aumentare la propria produzione, quindi il mercato del greggio mondiale ha una certa stabilità” Il segretario Perry ha dichiarato in una conferenza stampa alla World Gas Conference di Washington, DC

“Consideriamo questo come un’opportunità per i membri dell’OPEC per colmare questa lacuna, se volete”, ha detto, come riportato da Reuters.

All’inizio di questa settimana, gli analisti si aspettavano che il segretario Perry potrebbe chiedere il suo omologo russo Alexander Novak per più petrolio per compensare la mancata fornitura delle sanzioni iraniane quando si incontreranno questa settimana alla World Gas Conference di Washington.

Nel frattempo, si dice che l’Arabia Saudita si prepari a pompare i suoi più alti volumi di petrolio in assoluto questo mese e il prossimo 11 milioni di bpd di petrolio a luglio e 10,8 milioni di bpd a giugno.

Gli Stati Uniti stanno spingendo a tagliare il più possibile il petrolio iraniano dal mercato, mentre l’Arabia Saudita e la Russia sono state le menti dell’accordo della OPEC la settimana scorsa, che era vaghe sull’aumento della produzione e ha appena affermato che il cartello e gli alleati punterebbero a un Percentuale di conformità al 100% invece della conformità record del 100%.

Secondo l’Arabia Saudita, ciò significa che ci sarebbe una ridistribuzione delle quote.

Correlati: Teheran: prendere il petrolio iraniano dal mercato è ‘impossibile’

“Alcuni paesi … non saranno in grado di produrre, così gli altri lo faranno. E questo implica che ci sarà indirettamente una ridistribuzione “, il ministro saudita dell’energia Khalid al-Falih disse di sabato.

Negli ultimi due mesi, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump criticato OPEC due volte per manipolare i prezzi del petrolio, definendo il cartello per i prezzi del petrolio “troppo alti”.

Il giorno dell’incontro dell’OPEC dello scorso venerdì, il presidente Trump tweeted ancora: “Spero che l’OPEC aumenterà notevolmente la produzione. Hai bisogno di tenere bassi i prezzi! ”

Lascia un commento