U.S. Official: Iran’s Oil Exports Set Plummet Further

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€

Servizio CFD. Il tuo capitale è a rischio
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Le esportazioni di petrolio iraniane sono destinate a scendere molto presto, rappresentante speciale per l’Iran Brian Hook disse in una conferenza stampa giovedì.

La campagna di “massima pressione” degli Stati Uniti sta andando dietro al denaro, poiché l’80% delle entrate dell’Iran proviene dalle esportazioni di petrolio, ha detto Hook.

“Abbiamo preso più di 1 milione di bp dalla lista delle esportazioni iraniane e molti altri barili usciranno molto presto”, ha detto il diplomatico in un briefing per descrivere come l’Iran sta finanziando e armando gruppi di delegati in Medio Oriente.

Gli Stati Uniti stanno facendo tutto il possibile per scoraggiare e scoprire l’evasione delle sanzioni, ha detto Hook, riferendosi al rintracciare missili illegali e spedizioni di petrolio.

“Tutti i nostri incarichi diplomatici nella regione, specialmente in Medio Oriente e in Europa, stanno mettendo in atto strategie per rilevare e prevenire l’evasione delle sanzioni”, ha osservato Hook.

Per mesi, gli Stati Uniti avevano dichiarato che mirava a portare le esportazioni petrolifere iraniane a zero, e il mercato del petrolio aveva iniziato a temere in estate che un forte calo delle barili petrolifere iraniane avrebbe stretto troppo il mercato globale. L’OPEC e la Russia sono intervenute per invertire i tagli alla produzione e compensare quella che avrebbe dovuto essere una significativa perdita dell’approvvigionamento petrolifero iraniano. Ma dopo aver imposto le sanzioni al petrolio iraniano il 5 novembre, gli Stati Uniti hanno concesso esoneri a otto clienti petroliferi iraniani – tra i maggiori acquirenti Cina e India – a causa delle circostanze specifiche dei paesi e per assicurare un mercato petrolifero ben fornito, come il Segretario di Stato americano Mike Pompeo disse .

I timori precedenti di una fornitura insufficiente si sono trasformati in timori di un eccesso di offerta che, insieme a segnali di rallentamento della domanda a causa di prezzi elevati, ha fatto scendere il prezzo del petrolio del 25% dal picco di ottobre, quando i prezzi hanno toccato un massimo di quattro anni.

Secondo S & P Global Platts dati di tracciabilità del flusso commerciale, le esportazioni di petrolio greggio iraniano a novembre sono inferiori agli 800.000 barili al giorno, rispetto a una media semestrale di 2,4 milioni di barili all’inizio di quest’anno. A causa di un maggior numero di navi iraniane che disattivano i transponder, Platts Analytics prevede che le esportazioni iraniane saranno più nella regione di 1,1 milioni di bpd a novembre, mese in cui gli acquirenti non si sono affrettati ad acquistare dall’Iran a causa della mancanza di chiarezza sulle deroghe statunitensi prima del le sanzioni si sono spezzate.

Lascia un commento